Seguici su

Storia del progetto

Lanciato nel marzo del 2008 da Simone Lucarini, inizialmente si chiamava Progetto "Radio in Montagna" e portava avanti lo sviluppo della Rete-Radio Appennino Centrale nel Lazio e in Abruzzo. L'idea era quella di avere una frequenza radio di libero uso, cugina del Canale 16 VHF di Emergenza in mare, da utilizzare però in montagna. Già dai primi tempi il progetto catturò l'attenzione di un nucleo SMTS (Soccorsi Speciali) di un comitato abruzzese della Croce Rossa Italiana. In ottobre del 2009 l'idea prendeva interesse anche al di fuori di Lazio e Abruzzo, in particolare nel territorio appenninico e preappenninico della Campania, e la Rete-Radio Appennino Centrale venne trasformata così in Rete Radio Appenninica.

Ancora una volta con l'aumento degli "utenti della montagna" interessati all'iniziativa, la voce sul progetto giunse anche sull'Arco Alpino, in particolare in Piemonte, pertanto si rese necessario estendere il progetto all'intero territorio nazionale. Il progetto "Radio in Montagna", dopo circa 2 anni dalla sua nascita si trasformò tra marzo e aprile del 2010 nell'attuale progetto nazionale Rete Radio Montana.

La struttura organizzativa e le strategie operative hanno subito notevoli mutamenti dalla sua nascita ad oggi. Anche il Team che cura il progetto (denominato Staff Nazionale fino a dicembre 2014) è cresciuto proporzionalmente allo sviluppo del progetto. Per quanto riguarda il sito internet ufficiale del progetto, inizialmente era accessibile da www.radioinmontagna.altervista.org (marzo 2008), successivamente da www.radioinmontagna.it (ottobre 2009) ed infine, dal Gennaio 2015, sull'attuale server. E' pertanto da Gennaio 2015 che partono i conteggi dei dati statistici (ID assegnati, numero di collegamenti radio effettuati e riportati in RERAMONET, etc. etc.) pubblicati nel sito.

Tutte le attività sono portate avanti dal Team in maniera completamente gratuita. Tuttavia puoi aiutarci a sostenere le spese di gestione annua del server/dominio con relativi database (a cui RERAMONET si appoggia), nonchè le spese per la stampa dei Cartelli Informativi su materiale Forex impermeabile e resistente ai raggi UV e la stampa di materiale divulgativo (volantini professionali, manifesti, etc.). Per effettuare una donazione clicca qui sotto...