Seguici su

Escursionista disorientato chiede supporto sul CANALE 8-16 sui Monti Lepini

Nel pomeriggio di giovedì 28/06/2018, un utente della Rete Radio Montana, durante un'escursione in solitaria sul Monte Semprevisa, si smarrisce nella conca di Pian della Faggeta, nel Comune di Carpineto Romano (RM).  Disorientato, ma dotato di apparato radio, immediatamente effettua una chiamata generale sul CANALE 8-16 della RRM: in ascolto i volontari della Protezione Civile Monti Prenestini, associazione aderente al progetto da quasi due anni e operativa con l'ID "LIMA YANKEE 2", che da Castel San Pietro Romano prontamente risponde al malcapitato.

"Per prima cosa, abbiamo chiesto come stesse, poi se il suo telefono avesse copertura", così racconta il volontario della Protezione Civile che grazie alla Rete Radio Montana ha potuto supportare l'escursionista in quel momento. "Fortunatamente il cellulare agganciava il segnale e l'escursionista ha potuto allertare da sé i soccorsi: tuttavia, abbiamo cercato di essergli di supporto ed assisterlo, nell'attesa dei Vigili del Fuoco" continua il volontario. Dopo circa un'ora, i Vigili del Fuoco hanno raggiunto l'escursionista, provvedendo a soccorrerlo; era presente anche una squadra del Soccorso Alpino del Lazio.

Casi come questo, ed anche più difficili, ribadiscono l'importanza delle comunicazioni radio per il tempestivo allertamento dei soccorsi quando si verificano problemi durante le attività outdoor, soprattutto quando non si può fare affidamento sugli smartphone di ultima generazione in grado di trasmettere dati sulla posizione ai soccorritori, a causa dell'assenza di rete GSM.

Proprio per questo, il progetto "Rete Radio Montana" propone di utilizzare apparati radio ricetrasmittenti di libero uso denominati "PMR 446", sintonizzati sul CANALE 8-16, come valida alternativa per segnalare qualsiasi problema dovesse presentarsi ai frequentatori della montagna, nonchè per agevolare l'attivazione dei soccorsi, nei casi più gravi, qualora le classiche "linee" non funzionassero (cosa frequente in territori montani o impervi).

La RRM è una vera e propria "comunità" di amanti della montagna e delle attività outdoor di montagna in genere, in cui tutti gli utenti possono rendersi utili gli uni con gli altri, in caso di bisogno, e nella quale possono condividere la passione per le escursioni e per la natura. Sicuramente questa "rete" risulta una importante risorsa per incentivare la sicurezza di tutti gli amanti delle attività di montagna, permettendo loro di godersi la natura, prevenendo o contenendo possibili rischi.